Come Funziona la Calandratura?

La trasformazione di un profilato in metallo o di un foglio di acciaio viene eseguita attraverso un procedimento che prende il nome di calandratura. Essa rappresenta un metodo di produzione industriale che presuppone la deformazione plastica degli oggetti che vengono lavorati. La calandratura può riguardare non solo le lamiere metalliche, ma anche la plastica o la gomma.

I macchinari che vengono usati a questo scopo si chiamano calandre, e possono essere dotati di un numero variabile di rulli: le lamiere modificano la propria forma nel momento in cui passano tra i rulli e si incurvano. I rulli sono ad assi paralleli e si trovano a una distanza che può essere regolata a seconda delle necessità. La loro rotazione avviene a bassa velocità, e permette di far passare la lamiera, la materia plastica allo stato pastoso o la mescola di gomma non vulcanizzata in modo da ottenere le lastre o i fogli secondo lo spessore che si ricerca.

Nella maggior parte dei casi, per le lamiere di metallo si usano calandre a tre o a quattro rulli, collocati in maniera da generare una traiettoria circolare per il foglio di lamiera. Per modificare il suo raggio di curvatura, non bisogna fare altro che intervenire sulla posizione dei rulli e regolarla come meglio si crede: in questo modo è possibile ottenere una forma cilindrica o conica. I profilati metallici vengono curvati a freddo con delle calandre specifiche, a dimostrazione della varietà delle lavorazioni che possono essere eseguite.

La versatilità è una delle caratteristiche più importanti delle calandre a tre rulli: i modelli che il mercato mette a disposizione si differenziano, tra l’altro, in base ai loro spessori e a seconda della lunghezza. Le più varie necessità in termini di calandratura possono essere assecondate con questi macchinari, che in genere sono adoperati per l’esecuzione di lavori di carpenteria media pesante. Gli inviti alle estremità della lamiera in molti casi possono essere effettuati senza che vi sia bisogno di togliere la stessa dalla calandra: tutto quel che bisogna fare è agevolare il suo scorrimento tra le estremità stesse.

Tra le calandre per lamiera ci sono, come detto, anche quelle a quattro rulli, che tendono ad assicurare una velocità fino a quattro volte più elevata rispetto a quella che viene garantita da una normale calandra piramidale. La gestione avviene tramite i sistemi di controllo numerico, che sono sinonimo di alta precisione e al contempo di grande efficacia.