Cos’è una Fideiussione

Le fideiussioni oggi sono utilizzate per moltissimi ambiti economici, semplici acquisti dilazionati, mutui, prestiti, affitti, appalti, richieste di contributi presso enti pubblici e finanziamenti sono solo alcuni degli esempi più diffusi.

 

Cosa è una Fideiussione?

La fideiussione è un contratto che viene sottoscritto per prestare una garanzia su un accordo di tipo economico. Non si tratta di una garanzia in forma di denaro ma di una firma che un garante appone al contratto per garantire la copertura di pagamento o prestazioni di servizio da parte del cliente che tutela.

Dunque la fideiussione è sempre sottoscritta parallelamente ad un accordo scritto e riporta per questo lo stesso beneficiario e la stessa data di scadenza (tranne per le fideiussioni di locazione dove si può garantire anche solo una parte dell’affitto).

 

Contratto di Fideiussione: come funziona

Il contratto di fideiussione è ormai accettato da qualsiasi ente finanziario, tuttavia il codice civile non presenta una descrizione o una normativa che lo disciplini, soltanto la figura del fideiussore è descritta all’interno del codice e viene definito in questo modo testuale: “È fideiussore colui che, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce (promessa unilaterale) l’adempimento di un’obbligazione altrui. La fideiussione è efficace anche se il debitore non ne ha conoscenza“.

Da queste parole possiamo intendere come la persona tutelata dal garante non appare neppure nel contratto fideiussorio, tanto meno debba essere per forza a conoscenza.

Quanto al garante, pur apponendo la propria firma e impegnandosi davanti alla legge, il suo impegno è definito accessorio, in quanto non diventa obbligo se non nel momento in cui il debitore principale debba trovarsi effettivamente nella condizione di dover venire meno all’impegno nei confronti del beneficiario. Se invece la prestazione di servizio o il pagamento si concludono senza nessun intoppo la fideiussione si risolve alla scadenza senza alcun obbligo da parte del garante.
Solitamente, che la fideiussione sia sottoscritta da una banca, e quindi si tratta di una fideiussione bancaria, oppure da una agenzia di assicurazioni o da un qualsiasi altro intermediario finanziario, la struttura e gli elementi che la caratterizzano sono sempre molto simili se non uguali.

Piuttosto esiste una differenza che deriva dalla metodologia di riscossione del mancato saldo, per cui la fideiussione può essere “solidale”, se il garante si prende l’impegno di pagare l’intera somma garantita, “con beneficio di escussione” se egli garantisce la copertura solo delle cifre mancanti.