Traslocare durante la Gravidanza, qualche raccomandazione utile!

Traslocare di casa mentre si è incinta… può essere un doppio stress. D’altronde, la condizione della dolce attesa è già di per sé un evento piuttosto delicato, e se a ciò aggiungiamo le tensioni tipiche del trasloco, il risultato è presto immaginabile. Proprio per venire incontro a tutte le future mamme che si stanno accingendo a questo passaggio delicato con la giusta consapevolezza, abbiamo voluto riassumere una serie di pratici suggerimenti che vi consigliamo di tenere a mente!

 

Preparazione e pianificazione

Innanzitutto… congratulazioni per essere rimaste incinta! In secondo luogo, congratulazioni per aver trovato una nuova casa! Chiarito ciò, ora inizia la parte più complicata: traslocare di casa durante la gravidanza potrebbe non essere il momento migliore, ma – d’altronde – non tutto è pianificabile nella vita. Tuttavia, se volete ridurre i disagi e migliorare l’efficacia del trasloco, quel che potete fare è certamente concentrarvi sulla programmazione anticipata: vi permetterà di tenervi occupate e, soprattutto, vi consentirà di trovare con calma la migliore ditta di traslochi economici Roma.

 

Ottenere i preventivi

Ottenete almeno tre preventivi dalle società di traslochi. Ricordate che i preventivi sono gratuiti, e che devono essere effettuati solo dopo che la ditta ha visitato il vostro appartamento per rendersi conto in misura diretta del lavoro da fare. Cercate di evitare di prenotare il trasloco per un venerdì, o poco prima di un giorno festivo. Valutate invece la possibilità di scegliere un pacchetto completo, che possa magari includere anche l’imballaggio della casa, riducendo il vostro livello di stress.

 

Occuparsi dell’imballaggio

Se invece dovrete occuparvi voi dell’imballaggio, fate i bagagli il prima possibile e non fate troppo in una volta sola. Imballate prima gli oggetti che non vi servono più, come ad esempio i vestiti stagionali. Utilizzate delle scatole di buona qualità e di dimensioni corrette. Etichettate chiaramente ogni scatola in modo da poter disimballare solo l’essenziale. Mettete gli elementi essenziali del bambino in un paio di scatole in modo da averle a portata di mano se la vostra gravidanza si chiuderà in anticipo.

Evitate di piegarvi eccessivamente durante l’imballaggio o il disimballaggio e non sollevate scatole pesanti. Ciò potrebbe infatti causare mal di schiena e dolore al bacino, specialmente all’osso pubico.

Detto ciò, vi ricordiamo che in queste particolari e delicate condizioni è opportuno domandare sempre un ausilio alle persone care, come i parenti e gli amici. Evitate di compiere ogni sforzo, e coinvolgete il più possibile gli altri: in questo modo riuscirete a evitare livelli di stress aggiuntivo e – di contro – riuscirete a garantirvi un’ideale dose di relax che, in questo periodo, non è certamente disdegnabile.

Valutate poi con attenzione le ditte di traslochi, preferendo quelle che aggiungono dei servizi particolarmente utili come l’imballaggio delle scatole. Vi risparmieranno tantissimo tempo e potrebbero rendersi piuttosto convenienti, visto e considerato che non dovrete procedere all’acquisto delle scatole, dei nastri, e così via.

E voi che ne pensate? Avete mai dovuto fare un trasloco in queste condizioni così particolari? Come vi siete trovate? Che consigli potete condividere?